Ateneo in canoa, dalle Cesine a Tricase per scoprire il mare

Ateneo in canoa, dalle Cesine a Tricase per scoprire il mare

Ateneo in canoa è il nuovo progetto promosso da docenti, ricercatori e 25 studenti dell’UniSalento. Partiranno dalle Cesine in canoa per conoscere lo stato del nostro mare

Studiare gli ecosistemi e sensibilizzare le comunità locali sul tema della sostenibilità. Sarà questo l’obbiettivo di Ateneo in canoa promosso dal corso in Scienze Biologiche e Ambientali dell’Unisalento. 25 studenti insieme a ricercatori e docenti viaggeranno in canoa da oggi fino all’11 settembre. Partiranno dalle Cesine per arrivare a Tricase Porto toccando Melendugno e Otranto. Una spedizione dalla doppia valenza: approfondire i meccanismi alla base dello stato di salute degli ecosistemi marini insieme alle dinamiche delle specie potenzialmente epidemiche ma anche sensibilizzare le comunità locali su ambiente e sostenibilità.

Ateneo in canoa, così si chiama questa particolare iniziativa, è promossa dall’Università del Salento in collaborazione LifeWatch Italia, CIHEAM Bari (sede di Tricase), WWF Oasi, Legambiente, Comune di Melendugno, Comune di Otranto, Museo di Ecologia degli Ecosistemi Mediterranei – Faro di Punta Palascia, Associazione Magna Grecia Mare, Porto Museo di Tricase.

Un mare ed un ecosistema così bello va sicuramente tutelato e lo si può fare solo ed esclusivamente conoscendolo meglio.

Come si svolge Ateneo in canoa

Durante il percorso, con gli studenti verranno campionate ogni giorno otto stazioni di studio, su due linee parallele di distanza dalla costa pari a 25m e 75m rispettivamente, per valutare la rilevanza delle entrate di nutrienti, inquinanti e microplastiche dagli ecosistemi terrestri e d’acqua dolce lungo la costa.

In particolare verranno effettuate le seguenti misure/raccolte campioni:

• determinazione delle principali caratteristiche chimico fisiche dello strato superficiale della colonna d’acqua;

• campionamento delle componenti fitoplanctonica e zooplanctonica;

• determinazione della produttività primaria attraverso incubazione per sei ore di campioni d’acqua raccolti alle due distanze dalla costa per analisi delle funzioni delle corporazioni planctoniche;

• determinazione sulle stazioni di campionamento delle caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua su transetto verticale superficie-fondo;

• raccolta di campioni d’acqua sulle stazioni di campionamento per analisi delle micro/nano plastiche e di potenziali inquinanti chimici;

• esercitazione nelle aree costiere di fondo molle sulle caratteristiche funzionali delle componenti.

Il programma

Questo il programma di massima (saranno possibili variazioni in base alle condizioni metereologiche; aggiornamenti su https://www.unisalento.it/-/l-ateneo-in-canoa):

8 settembre 2020

• ore 8.30 – 18.30: percorso degli studenti in canoa dalla Riserva Naturale ‘Le Cesine’ a Torre dell’Orso

• ore 19.30, Porto San Foca/Melendugno: incontro con la città sul tema “Contributo della ricerca per la conservazione e gestione sostenibile dei paesaggi costieri”; interverranno il Sindaco di Melendugno Marco Potì, il Delegato UniSalento alla Sostenibilità Alberto Basset, il Direttore del Dipartimento di Biologia dell’Università ‘Aldo Moro’ di Bari Giuseppe Corriero.

9 settembre 2020

• ore 8.30 – 18.30: percorso degli studenti in canoa da Torre Sant’Andrea a Otranto

• ore 18.30, Otranto: incontro con la città sul tema “Blue growth e diritti della natura”; interverranno l’Assessora all’Ambiente del Comune di Otranto Mimina De Donno, il Delegato alla Sostenibilità UniSalento Alberto Basset, il Coordinatore del progetto Comitato economico e sociale della UE per la redazione della ‘Carta Europea dei diritti della natura’ e docente UniSalento Michele Carducci, il membro della segreteria nazionale di Legambiente Sebastiano Venneri.

10 settembre 2020

• ore 10.30 – 18.30: percorso degli studenti in canoa da Castro a Tricase Porto

11 settembre 2020

• ore 10, Tricase Porto ‘Avamposto Mare’: conferenza di chiusura e concorso fotografico; interverranno il Presidente dell’Associazione Magna Grecia Mare Antonio Errico, il Delegato alla Sostenibilità UniSalento Alberto Basset, il Presidente del consiglio didattico di Biologia UniSalento Stefano Piraino, i ricercatori del CIHEAM Bari sede di Tricase Massimo Zuccaro e Paolo Fiume.

Appunti di Puglia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: