Posia art project, personale di Daniele Stendardo dal 14 dicembre 2019 al 19 Aprile 2020

Posia art project, personale di Daniele Stendardo dal 14 dicembre 2019 al 19 Aprile 2020

Vernissage con Posia Art Project sabato 14 dicembre h.18-20.30 con aperitivo musicale del music designer Querro 

Ci sono luoghi che ispirano arte e poesia, paesaggi che sono di per sé opere d’arte. Il Posia Luxury Retreat & Spa di San Foca lo è di natura e per scelta: circondato da bellezze naturali, con onde, albe e panorami mozzafiato, genera armonia e lancia il Posia Art Project. Non un albergo classico, riservato a chi soggiorna, ma un luogo aperto a chi vuole emozionarsi e lo può fare in vari modi. Pensato come un rifugio all’avanguardia, dove tutto è in equilibrio, il suo mantra è
accogliere, rigenerare, restituire il tempo. E per emozionare ha scelto l’arte, così in una hall che in realtà è un open space con il cocktail bar The Green nel mezzo, che domina con il suo bancone circolare sotto un cielo di cristallo con vista su un giardino verticale e sul lungomare, si è circondati da opere d’arte contemporanea. Le grandi pareti in cemento, in stile archeologia industriale, ospitano “Retro Glam”, la personale di Daniele Stendardo, visitabile dal 14 dicembre al 19 aprile 2020, tutti i giorni dalle 9 alle 19. Venticinque opere colorate dell’artista, 

giovanissimo inizia, infatti, con il writing. I suoi graffiti sono molto ammirati e destano sempre più curiosità, inizia a partecipare a convention in giro per l’Italia e a collaborare con negozi, centri sportivi, discoteche, club, che si impreziosiscono con le sue opere. Nel tempo il suo stile si evolve, i colori passano sulla tela, utilizza nuove tecniche pittoriche come le tempere, gli acrilici, l’aerografia. Negli anni novanta lo studio della realtà metropolitana si riflette nei suoi lavori e le persone della quotidianità immerse nella “everyday life” sono ritratte con occhio ironico e stilizzate fino alla tribalità. Negli anni 2000 con l’ondata di “glamour retrò”, che contraddistingue il costume e le tendenze, soprattutto in campo artistico, ecco comparire nelle sue tele atmosfere vittoriane, modelle con la pelle d’alabastro vestite come bambole di porcellana, con sguardi ammalianti e incantatori e catapultano lo spettatore in un mondo retro-futuristico. Poi sarà l’Oriente a ispirarlo: la perfezione dei suoi paesaggi, dei suoi giardini e la bellezza antica di donne appartenenti a un’immaginaria città proibita regalano nuovi sfondi alle sue creazioni.

“I suoi lavori – sostiene il general manager e concept designer Raniero Lomartire – sono una perfetta sintesi di tecnica ed estro geniale, una festa per chi li guarda, incantano, trasportano in mondi lontani, emozionano, com’è nella filosofia del Posia”. Info: tel 0832.881300, posia.it 

Appunti di Puglia

Lascia un commento