“Girolamo Comi – Poesie” Presentazione del volume a Casa Comi Sabato 21 Settembre

“Girolamo Comi – Poesie” Presentazione del volume a Casa Comi Sabato 21 Settembre

Le poesie di Girolamo Comi saranno presentate sabato 21 Settembre, inizio alle ore 20 nella Saletta Convegni, a Palazzo Comi di Lucugnano (Le) il volume ha un nome semplice :”Girolamo Comi – Poesie” (edizioni Musicaos). L’antologia poetica, a cura di Antonio Lucio Giannone e Simone Giorgino, comprende le tre principali raccolte poetiche di Comi, da tempo irreperibili: Spirito d’armonia, Canto per Eva e Fra lacrime e preghiere.

Il volume, oltre alle poesie, contiene saggi del Prof. Antonio Lucio Giannone, di Simone Giorgino, Fabio Moliterni e una nota biografica di Lorenzo Antonazzo. La pubblicazione è parte della collana “Novecento in versi e in prosa” diretta da Antonio Lucio Giannone.
Alla serata parteciperanno il Prof. Antonio Lucio Giannone, Simone Giorgino e l’editore Luciano Pagano.
La pubblicazione dell’Antologia è stata direttamente legata alle iniziative promosse dalla Regione Puglia e dal Polo Biblio Museale di Lecce per celebrare il poeta Girolamo Comi nel 50° anniversario della sua morte (1968-2018). E’ ancora visitabile la Mostra allestita presso il Convitto Palmieri di Lecce (fino al 30 settembre, info su www.girolamocomi.it). Inaugurata il 15 marzo scorso, è ospitata nel primo piano della Biblioteca Bernardini di Lecce, dove è presentato un filo narrativo tra la vita, l’impegno letterario ed editoriale di Comi, le sue amicizie e i sodalizi culturali con intellettuali, poeti ed artisti.

La mostra

L’allestimento della mostra consente al pubblico di attraversare uno spazio immersivo di studio, ricerca e di condivisione con la straordinaria esperienza comiana e, partendo dalla Biblioteca Bernardini, prosegue a Lucugnano nel Palazzo Comi, residenza del poeta che custodisce e promuove la sua biblioteca e il suo archivio.
Tra i preziosi documenti in mostra, le edizioni rare pubblicate da Comi nel corso della sua esistenza, i numeri dell’”Albero”, manoscritti, lettere, foto, il libro delle presenze degli incontri dell’Accademia Salentina, con appunti, relazioni e disegni tracciati dai suoi membri.
La mostra – ideata da Luigi De Luca, direttore del Polo biblio-museale di Lecce, con la curatela di Antonio Lucio Giannone, Lorenzo Madaro, Mauro Marino e Brizia Minerva e il progetto grafico e l’allestimento di Big Sur (Francesco Maggiore e Efrem Barrotta) – propone un percorso immersivo nella vita e nelle esperienze letterarie e intellettuali di Comi e dei suoi compagni di strada, con centinaia di documenti, tra libri, manoscritti, lettere e fotografie, e opere degli artisti vicini alla rivista “L’Albero” che aveva fondato nel 1949: Vincenzo Ciardo, Ferruccio Ferrazzi, Aldo Calò, Antonio D’Andrea e Lino Paolo Suppressa.

Casa Comi

A Casa Comi di Lucugnano la mostra è rappresentata dalla dimora del Poeta. I suoi libri, le sue stanze, le ombre amiche. Un percorso suggestivo e ricco di sensazioni uniche che possono essere vissute solo all’interno di uno dei luoghi più magici del Salento. Oltre 3000 volumi (1200 dei quali francesi) arricchiscono le stanze di una casa nella quale hanno trovato ospitalità e ispirazione personaggi come Maria Corti, Alfonso Gatto, Oreste Macrì, Vincenzo Ciardo, Ferruccio Ferrazzi e molti altri ancora. Ad accogliere i visitatori anche i volontari dell’Associazione “Tina Lambrini – Casa Comi” che, attraverso l’adesione all’iniziativa “Facciamo un Patto” messa in campo dalla Regione Puglia (e in collaborazione con il personale dello stesso ente in servizio presso la Biblioteca di Lucugnano) organizzano visite guidate e incontri culturali.

Girolamo Comi e le poesie

Girolamo Comi (Casamassella, Lecce, 1890 – Lucugnano, Lecce, 1968) occupa una posizione a sé stante nel panorama della letteratura italiana del Novecento. Estraneo a tutte le correnti e le tendenze poetiche del secolo scorso, ha condotto per tutta la vita una coerente, solitaria, ardua ricerca di tipo spirituale, rifiutando il mestiere del letterato, incurante della notorietà e del successo. Ha pubblicato le sue opere in autoedizioni, quasi sempre in numero assai ridotto di esemplari, che hanno avuto perciò scarsissima diffusione non solo tra i lettori ma anche tra gli addetti ai lavori. Il presente volume ripropone, a cinquant’anni dalla sua scomparsa, le tre raccolte poetiche maggiori, ormai da tempo irreperibili: Spirito d’armonia (1954), Canto per Eva (1958) e Fra lacrime e preghiere (1966).

redazione Appunti di Puglia

Lascia un commento