Come le onde del mare. Dedicato a Gianmaria Testa all’Art&Lab Lu Mbroia a Corigliano d’Otranto (Le)

Come le onde del mare. Dedicato a Gianmaria Testa all’Art&Lab Lu Mbroia a Corigliano d’Otranto (Le)

In ricordo di Gianmaria Testa. La stagione estiva dell’Art&Lab Lu Mbroia di Corigliano d’Otranto, in provincia di Lecce, si conclude con “Come le onde del mare. Dedicato a Gianmaria Testa“. Il cantautore Massimo Donno, la cantante Serena Spedicato e il giornalista Pierpaolo Lala proporranno un omaggio all’artista piemontese, scomparso il 30 marzo 2016. 

  • Tra le canzoni in scaletta:
  • “Come le onde del mare”, 
  • “Preferisco così”, 
  • “Le traiettorie delle mongolfiere”, 
  • “Dentro la tasca di un qualunque mattino”, 
  • “Polvere di gesso”, 
  • “Seminatori di grano”, 
  • “Ritals”, “Rrock”, 

“La tua voce” e molti altri brani, in un viaggio alla scoperta della storia personale e artistica del cantautore ferroviere. 

Chi era Gianmaria Testa, biografia  

classe 1958, era italiano, italianissimo, ha vissuto nelle Langhe in Piemonte, eppure c’è voluta la Francia per scoprirlo. Nel corso della sua carriera ha pubblicato nove dischi – Montgolfières (1995), Extra-Muros (1996), Lampo (1999), Il valzer di un giorno (2000), Altre Latitudini (2003), Da questa parte del mare (2006), il live “Solo – dal vivo” (2009), Vitamia (2011), “Men at work” (2013) -, si è esibito in più di 3000 concerti in Francia, Italia, Germania, Austria, Belgio, Canada, Stati Uniti, Portogallo collaborando con numerosi musicisti e lavorando anche a teatro con Giuseppe Battiston, Erri De Luca, Enrico Rava, Banda Osiris, Stefano Bollani e molti altri. Pochi mesi fa è uscito Prezioso, un disco imperfetto e inaspettato. Sono canzoni mai uscite o uscite in altre versioni e in altri contesti, mai, comunque, in questa forma. Nel giorno della morte, la sua pagina Facebook recitava “Gianmaria se n’è andato senza fare rumore. Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico”.

Sabato 14 settembre (ore 21:30 – ingresso con contributo associativo 5 euro

redazione Appunti di Puglia

Lascia un commento