Tartarughe e liberta’ per la quinta stagione de la terrazza “tutti al mare!”

Tartarughe e liberta’ per la quinta stagione de la terrazza “tutti al mare!”

E’ partita oggi la quinta stagione de La Terrazza “Tutti al mare!”, il primo accesso attrezzato (gratuito) al mare per persone affette da SLA, patologie neuromotorie e altre disabilità, realizzato dall’associazione 2HE nell’ambito del progetto solidale IO POSSOsu un tratto di spiaggia libera a San Foca di Melendugno (Le). La scorsa estate ne ha accolte circa 300, provenienti da tutta Italia e da diverse regioni europee. Dallo scorso gennaio numerose le prenotazioni registrate, tanto che in alcune settimane di luglio si registra già il sold out.

Nata da un’idea del quarantenne salentino Gaetano Fuso, poliziotto in quiescenza, malato di SLA dal 2014, nominato “Cavaliere della Repubblica” dal Presidente Mattarella, La Terrazza “Tutti al mare!” (sul lungomare Matteotti, al civico 57) solo fino ad un anno fa ha rappresentato un unicum, almeno su territorio nazionale. Oggi è un format preso come riferimento e replicato in altre parti d’Italia.

La stagione 2019 ha preso il via legandosi simbolicamente all’immagine della tartaruga Lïrï che proprio questa mattina ha ritrovato la sua libertà tra le acque adriatiche salentine. Priva di una pinna, è stata curata dagli operatori del Centro Recupero Tartarughe Marine del Museo di Storia Naturale del Salento di Calimera dove è stata ricoverata dallo scorso febbraio fino ad oggi.

“La mancanza di un arto non le ha impedito di riguadagnare la libertà. È una tartaruga speciale proprio come gli ospiti della nostra Terrazza” dice Giorgia Rollo, presidente di 2HE. È stata lei a scegliere il nome Lïrï (in albanese LIBERTA’), ispirandosi al nome della mamma di Elton Kore, l’artista di origini albanesi che ha scelto di regalare a IO POSSO una delle sue opere murali per cui è famoso ormai a livello internazionale. Negli ultimi sei giorni ha lavorato per la realizzazione del suo murales sulla parete perimetrale de La Terrazza, liberamente ispirandosi proprio alle tartarughe e al percorso che devono fare appena nate per poter vivere. “Il malato di SLA è una piccola tartaruga che vuole vivere nonostante tutto, sa che per raggiungere il mare deve attraversare quel pezzettino di spiaggia con tutte le sue forze – dice Elton Kore. Mia madre ha convissuto con questa malattia. Io grazie al web ho scoperto le tante forti iniziative di Gaetano e per questo ho voluto donare un’opera a IO POSSO, che da coraggio a molti”.

Il murales, della lunghezza di 12 metri per due di altezza, raffigura cinque tartarughe, proprio quante le stagioni de La Terrazza. È stato svelato stamane durante l’happening di inaugurazione, con la partecipazione, tra gli altri, del sindaco di Melendugno Marco Potì e dello stesso Elton Kore che insieme hanno anche liberato la tartaruga Lïrï in mare, con l’assistenza degli operatori del centro Simona Potenza e Francesca Oroscopi.

La Terrazza “Tutti al mare!” sarà attiva fino al 15 settembre, con apertura dal 9 alle 19: in COMPLETA GRATUITÀ per i propri ospiti, mette a disposizione un box infermieristico attrezzato, il personale infermieristico ed assistenziale, gli ausili e l’assistenza alla balneazione. Sono presenti 3 postazioni con colonnina acqua/elettricità per gli ospiti che necessitano di ventilazione assistita e 6 postazioni per le altre forme di disabilità, 2 bagni completamente attrezzati con doccia calda e 2 docce esterne. Ogni postazione è provvista di lettini ribassati, sedie da regista e idonea ombreggiatura. Completa la struttura una ampia passerella che consente l’agevole spostamento con la sedia a rotelle.

Carla Falcone

Giornalista e copywriter freelance, consulente per alcune aziende.

Lascia un commento