Ecoturismo nel Salento. Trekking guidato gratuito nel Parco Litorale di Ugento

Ecoturismo nel Salento.  Trekking guidato gratuito nel Parco Litorale di Ugento

L’ecoturismo nel Salento per conoscerlo meglio. Il mare accarezza le dune sabbiose, i pini secolari regalano ombra gradita, le cicale cantano senza tregua e al tramonto il sole si tuffa in acqua, colorando il cielo di arancione: queste le magie del Salento più bello. Nel Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento tra Leuca e Gallipoli, ci si sente in sintonia con il mondo e la vacanza diventa l’occasione per fare trekking nella natura, grazie a “Esplorando”, il progetto di ecoturismo promosso da Lido Pineta, uno stabilimento balneare eco-friendly in collaborazione con le guide ambientali professioniste Emanuela Rossi e Totò Inguscio di Avanguardie

Si tratta di escursioni guidate pomeridiane gratuite, tra il mare, i bacini e la serra, seguendo le tracce del tempo.  Ideali per chi ama camminare e per chiunque voglia scoprire il Parco, che si estende per 1600 ettari e 12 chilometri lungo la costa: comprende zone umide con 7 bacini artificiali, 500mila ulivi, pineta, macchia mediterranea, dune costiere e sabbia dorata. L’appuntamento è ogni giovedì, fino al 29 agosto, si parte da Lido Pineta alle 17.30 (e alle 17 dal 16 al 30 agosto) e dura un paio d’ore.

Cosa si fa?

Da non perdere il trekking lungo i canali e tra la vegetazione costiera il 13 giugno e poi l’11 luglio e l’8 agosto: camminare in questi luoghi silenziosi può dare modo di fare osservazioni avifaunistiche e scoprire dal punto di vista storico e naturalistico questi preziosi spazi di acqua dolce (lunghezza: 8 km circa; dislivello: 3 m s.l.m.). Si può scegliere l’escursione lungomare, tra dune e pineta il 4 luglio oppure l’e il 29 agosto: passi lenti sulla sabbia, dove la battigia incontra il mare; passi tranquilli all’ombra della pineta, dove la vegetazione spontanea fa capolino (lunghezza: 4/5 km circa; dislivello: 1 m s.l.m). Il 20 giugno, il 18 luglio e il 15 agosto è la volta dell’escursione ai bacini (lunghezza: 7 km circa; dislivello: 3 m s.l.m.); per concludere il 27 giugno, il 25 luglio e il 22 agosto con un percorso mozzafiato, che porta alla Specchia del Corno, con la roccia che domina su speroni, gradoni, gravine e la folta vegetazione che invade crinali e gole (lunghezza: 5 km e ½ circa; dislivello: 65 m s.l.m.). 

Uno stile di vita sano anche nell’alimentazione, quello proposto da Lido Pineta ai suoi ospiti nel punto ristoro in pineta a pochi metri dalla spiaggia: piatti bilanciati, materie prime bio e a km zero, attenzione all’uso dei condimenti, adatti anche a intolleranti al lattosio e al glutine, ai vegetariani e ai vegani.  Immancabili i piatti freschi della tradizione salentina, come la frisa d’orzo con i pomodori schiattarisciati, la “puccia” multicereale vegetariana. E poi rispetto dell’ambiente, servizi di qualità, cura e attenzione al dettaglio. Si arriva in spiaggia lungo una passerella, che attraversa la pineta secolare, attrezzata con area ristoro à la carte, tavoli da pic nic e giochi per bambini, con un chiosco in legno che ospita il bar-caffetteria-self service. A pochi metri ci sono anche il bazar libri e riviste, il tavolo da ping pong e il campo di beach volley. Chi vuole oziare tutto il giorno, può sdraiarsi sotto ombrelloni in tessuto o in canne d’Africa e lasciarsi cullare dal rumore delle onde.

Dove soggiornare

E per soggiornare a 5 km dalla spiaggia c’è il b&b Le Sei Conche, una dimora ottocentesca, silenziosa e rilassante a Gemini, appena fuori Ugento. Dopo un restauro nel rispetto delle tecniche e dei materiali originalil’antico casolare con camini, stalla, granaio e cantina, volte a stella e a botte, inaugurato nel 2018, si presenta questa estate con 2 nuove camere, per un totale di sei, un bel giardino, terrazze panoramiche attrezzate e a breve con altre piacevoli sorprese (www.leseiconche.it).

Info: Lido Pineta, SP 91 Loc. Fontanelle, tel. 334.3130040, www.lidopineta.it

redazione Appunti di Puglia

Lascia un commento