Lunedì 10 giugno presentazione dell’antologia “amo, resisto, sogno, scrivo” di Collettiva

Lunedì 10 giugno presentazione dell’antologia “amo, resisto, sogno, scrivo” di Collettiva

È un’antologia di prosa e poesia il volume “amo, resisto, sogno, scrivo,” edito da Collettiva edizioni indipendenti nato alla fine di un percorso di scrittura creativa tenuto da Simona Cleopazzo che verrà presentato lunedì 10 giugno alle 20 al Cineporto di Lecce (via Vecchia Frigole, 36 – ingresso libero). Interverranno la scrittrice Elisabetta Liguori e lo scrittore Livio Romano.

Il laboratorio si è tenuto tra gennaio e febbraio nella sede dell’associazione Alice e le altre in via Idomeneo, è stato un viaggio nella scrittura contemporanea tra prose minime e poetica della realtà, ha la costellazione di scrittrici e scrittori che hanno illuminato pomeriggi di scrittura. Taccuini traboccanti di parole, quaderni di appunti, fogli sparsi rubati al vento. Da Antonio Verri a Allen Ginsberg, da Virginia Woolf Rina Durante, da Mariangela Gualtieri a Natalia Ginzburg, da Eugenio Montale Rupi Kaur. 

“La poesia è una pratica sociale, è frammento di vita quotidiana. La scrittura non è vocazione, riflessione, spiegazione, ma ricerca di cambiamento.” spiega Simona Cleopazzo “La scrittura deve avere come scopo la verità, quella del quotidiano, quella delle viscere del mondo. La scrittura è l’elemento grazie al quale si plasma la nostra ribellione. La scrittura non è trovare la pace, ma l’inizio della rivoluzione, la nostra!”

Nel volume i contributi di Rita Augenti, Roberta Bianco, Anna Bove, Laura Casciotti, Lara Castrignanò, Agnese Cossa, Simona De Carlo, Antonella Della Torre, Angela Elia, Serena Gatto, Silvia Giannelli, Carla Maria Graduata, Paola Maggiore, Alessandro Mallia, Gabriella Manca, Irene Mastrandrea, Teresa Musca, Maria Nicolì, Mariolina Paone, Elisa Pastore, Stefania Pati, Giulia Scaroni, Stefania Zecca.

Il ricavato della vendita del libro, escluse le spese di stampa, verrà devoluto a Emergency.

Collettiva /// edizioni indipendenti
Piccole edizioni, non come editoria, ma come pratica per la diffusione e la visibilità del pensiero delle donne. Indipendenti per vocazione, per scelta, per nutrire un percorso costante. 

Carla Falcone

Giornalista e copywriter freelance, consulente per alcune aziende.

Lascia un commento