1920-2020 Modigliani. L’artista italiano. La mostra a Otranto

1920-2020 Modigliani. L’artista italiano. La mostra a Otranto

Il Comune di Otranto, Theutra e Istituto Modigliani hanno il piacere di presentare 1920-2020 Modigliani. L’artista italiano, una straordinaria mostra multimediale e immersiva del più geniale e maudit artista italiano dei primi del Novecento.

“Questa mostra rientra perfettamente nel percorso che abbiamo avviato per consolidare l’offerta all’interno del Castello Aragonese, contenitore culturale ormai noto per le tante iniziative che vi si svolgono durante tutto l’anno”, commenta il sindaco Pierpaolo Cariddi.
“La mostra multimediale arriva in una forma più diretta ai visitatori, perfetta anche per avvicinare i millennials all’Arte. Oggi la tecnologia contemporanea permette immersioni che diventano totali, di grande impatto. Il coinvolgimento diventa racconto, un nuovo modo di comunicare attraverso i mezzi moderni e la tecnologia. Ci auguriamo – prosegue il sindaco – che questa ‘esperienza’ possa piacere ai visitatori che visitano la nostra Città”.

All’inaugurazione interverranno:

Pierpaolo Cariddi, sindaco di Otranto

Franco Coluccia, responsabile Ufficio Turismo, Comune di Otranto

Luciano Renzi, presidente Istituto Amedeo Modigliani

Laura Fedel, Istituto Amedeo Modigliani

Introduce e modera Paola Moscardino, giornalista “Il Corriere del Mezzogiorno” e “La 7”.

LA MOSTRA

Attraverso il formato Modlight®, la mostra – promossa da Theutra e Comune di Otranto con la collaborazione dell’Istituto Modigliani – propone oltre quaranta riproduzioni in scala 1:1 ad altissima fedeltà cromatica, montate su pannelli retroilluminati a LED; ampi apparati biografici e riproduzioni di documenti sull’artista provenienti dall’Archivio; filmati, immagini e altri materiali provenienti dall’archivio personale dell’artista e un video, prodotto da Sky Arte, dedicato alla straordinaria storia d’amore tra Modigliani e Jeanne.

La mostra sarà una vera e propria esperienza sensoriale e culturale, all’insegna della scoperta di un percorso intenso e passionale in cui arte e vita corrono di pari passo.

Sensuali nudi femminili, volti intensi, corpi armoniosi si intrecciano a profili sensibili: l’universo femminile, mescolato a suggestioni arcaiche e primitiviste, rende Amedeo Modigliani il più grande artista italiano nella Parigi dei primi del Novecento. Stimato da Pablo Picasso e ormai celebre come una leggenda, rappresenta l’assoluto protagonista di una irripetibile stagione in cui l’arte era un’esperienza anzitutto esistenziale.

Tali opere, delle quali l’Istituto possiede i diritti di utilizzo, sono riprodotte ad altissima definizione su uno speciale supporto montato su pannelli retroilluminati a led, grazie a un processo che ha consentito l’assoluto rispetto delle dimensioni e dei colori dell’originale. Arricchiscono e contestualizzano storicamente la mostra foto e documenti d’epoca, spesso inediti, relativi alla vita del grande artista italiano. Un corredo tecnologico di filmati ed animazioni in compositing rende infine questa mostra un evento straordinario: la mostra intende così svolgere una funzione di divulgazione culturale che, grazie ai nuovi metodi di fruizione applicati al bene culturale, darà la possibilità anche al pubblico meno abituato a frequentare mostre e musei, di lasciarsi trasportare dal fascino dell’arte e delle opere di Modigliani.

Carla Falcone

Giornalista e copywriter freelance, consulente per alcune aziende.

Lascia un commento