La Notte della Taranta a Washington

La Notte della Taranta a Washington

La Notte della Taranta incanta Washington. Ospiti dell’Ambasciata italiana e dell’Istituto italiano di Cultura nell’ambito degli eventi programmati per la terza Settimana del Cibo italiano nel mondo, i musicisti e i danzatori hanno conquistato il pubblico a ritmo di tamburello.

Riconosciuta ambasciatrice ufficiale della pizzica, La Notte della Taranta, a distanza di un mese dal Columbus Day e dal Gran Galà del Niaf, anche in quest’occasione ha rappresentato la Puglia che in America ha promosso le eccellenze enogastronomiche valorizzando gli itinerari turistici regionali anche in connessione con l’Anno del Cibo celebrato nel 2018.

Oltre 1300 eventi, in programma fino al  25 novembre in 110 Paesi del mondo, quasi 300 sedi diplomatico-consolari interessate nei cinque continenti per promuovere il cibo Made in Italy. Conferenze, degustazioni, cene di gala, corsi di cucina, concerti e mostre animeranno le attività organizzate dalla rete diplomatica che a Washington ha presentato ieri sera l’agroalimentare pugliese e una ricca selezione di vini. Nelle prossime ore, sempre a Washington, è prevista una riunione dei rappresentati del Sistema Paese per una discussione sulla penetrazione nel mercato americano del settore agro-alimentare italiano e sulle strategie per continuare a consolidare la sua presenza. L’Italia è il paese europeo con il più alto numero di prodotti a denominazione protetta e controllata. Un patrimonio in costante crescita anche in Puglia che per la Settimana del Cibo italiano del mondo ha puntato sul binomio pizzica-gusto proponendo agli ospiti dell’Ambasciata italiana una narrazione autentica della regione crocevia di culture e colture del mondo.

Diretti dal maestro Daniele Durante, i musicisti Roberto Chiga (tamburello), Roberto Gemma (fisarmonica) Giuseppe Astore (violino) Gianluca Longo (mandola) Antonio Amato (voce e tamburello) e i ballerini di pizzica Cristina Frassanito e Stefano Campagna hanno proposto una selezione di brani tra i più amati della tradizione musicale salentina coinvolgendo i 300 ospiti dell’Ambasciata in una grande ronda di pizzica. La delegazione è composta anche da Ivan Stomeo, sindaco di Melpignano e Francesco Pellegrino componente del Cda della Fondazione.

“Nel 2018 la sfida della Fondazione di puntare a La Notte della Taranta come risorsa, come vettore culturale, turistico ed economico di promozione della Puglia e del Paese ha raggiunto risultati di successo, spiega Ivan Stomeo, Sindaco di Melpignano. Basti pensare che abbiamo rappresentato la cultura italiana nelle Olimpiadi invernali in Corea e nella festa del cittadino del Presidente della Repubblica federale tedesca a Berlino. La pizzica ha conquistato il Columbus Day di New York e il gran galà del Niaf a Washington e nei prossimi giorni saremo a Tirana. L’Orchestra Popolare rappresenta oggi una sorta di apripista non solo per i tanti gruppi di musica popolare che grazie al sostegno di Puglia Sounds si esibiscono all’estero ma un biglietto da visita importante per la nostra regione che attraverso la musica promuove la conoscenza dell’arte, del cinema, della natura e dell’enogastronomia pugliese”.

 

Carla Falcone

Giornalista e copywriter freelance, consulente per alcune aziende.

Lascia un commento