La cantina duca Carlo Guarini partecipa a cantine aperte

La cantina duca Carlo Guarini partecipa a cantine aperte

Segnate in agenda la data di domenica 27 maggio. Dalle 10.00 alle 12.30 e poi dalle 15.30 alle 21 la famiglia Guarini accoglierà a Scorrano gli enoturisti nell’antica cantina, con frantoio ipogeo del ‘500, per visite guidate e degustazioni gratuite in occasione di Cantine Aperte, l’evento di punta del Movimento Turismo del Vino, giunto alla 26° edizione.

Tema della giornata è “Tutti i colori della primavera”, protagonisti sono i vini bio bianchi e rosati Duca Carlo Guarini, che in armonia con i prati fioriti primaverili fotografati da Roberto Rocca, sono il frutto del Salento migliore, quello preservato solo dalle coltivazioni biologiche.

Trionfano profumi e colori nei luoghi del vino attraverso le foto evocative di campi punteggiati di papaveri, anemoni e margherite e la degustazione di vini armonici e sorprendenti, come Murà il Sauvignon IGT Salento Bianco fresco di acidità e di buon spessore, con sfumature di erbe aromatiche; Malìa Rosa Malvasia Nera IGT Salento Rosato, dai profumi eleganti e dal gusto piacevolmente fruttato; Campo di Mare Negroamaro IGT Salento Rosato morbido e fruttato, Taersìa Negroamaro IGT Salento Bianco dai profumi complessi e dal gusto pieno e strutturato, Piccolebolle Spumante Bianco Extra Dry, il primo spumante bianco da Negroamaro e l’ultimo nato Piccolebolle spumante Brut Rosato, con sentori di frutta fresca e il sapore armonico e piacevolmente persistente, che alle ore 17.30 Giovanni Guarini e l’enologo Giuseppe Pizzolante-Leuzzi  presenteranno  ufficialmente a intenditori, giornalisti, winelovers e curiosi.

Agli enoturisti raccontiamo la nostra storia millenaria, i nostri valori di custodi della terra e di rispetto dell’ambiente – sostiene Giovanni Guarini – che si traduce in vini bio certificati, ma anche il lavoro di innovazione, come quello fatto sul Negroamaro, il nostro tipico vitigno a bacca nera, che abbiamo declinato in tutti i colori: dal rosso al bianco, passando dal rosato, fino al vino spumante Piccolebolle bianco e rosato, prodotto da uve di Negroamaro, con metodo Martinotti nella nostra cantina di Scorrano”.

La corte interna, all’ombra dell’antico pergolato, sarà teatro di Vino e Cucina, altra novità della Cantina: a partire da fine maggio la Cantina di Scorrano si apre al pubblico da venerdì a domenica per degustazioni di vini e piatti preparati al momento con i prodotti biologici dell’Azienda Agraria, dagli ortaggi al grano Senatore Cappelli, dall’olio ai legumi della linea agroalimentare Le Masserie del Duca. Un viaggio nella storia, alla scoperta dei sapori e dei vini del Salento, che rispecchiano il carattere del territorio: sole, mare, passione, eleganza, memoria, cultura e ospitalità.

 

Carla Falcone

Giornalista e copywriter freelance, consulente per alcune aziende.

Lascia un commento