Come sono fatte le serie TV, presentazione del libro “Addicted” con Carlotta Susca, Michele Casella ed Enzo Mansueto nella Feltrinelli di Bari

Come sono fatte le serie TV, presentazione del libro “Addicted” con Carlotta Susca, Michele Casella ed Enzo Mansueto  nella Feltrinelli di Bari

Giovedì 15 febbraio, dalle ore 18.00 negli spazi de La Feltrinelli di Bari (Via Melo da Bari 119, ingresso gratuito), si terrà la presentazione del volume “Addicted – Serie TV e dipendenze“, il volume pubblicato da LiberAria Editrice. L’incontro vedrà la partecipazione della curatrice del libro Carlotta Susca e dell’autore di uno dei saggi Michele Casella, mentre a moderare e presentare la serata ci sarà il critico culturale Enzo Mansueto.
Il volume si occupa di serialità televisiva mettendo in parallelo il tema delle narrazioni e dell’affabulazione. I cinque saggi che compongono “Addicted” hanno approcci vari e niente affatto scontati: Leonardo Gregorio, da critico cinematografico, si è occupato del rapporto fra le serie TV e il grande schermo. L’approccio di Michele Casella è stato quello del critico musicale: partendo dall’importanza dei singoli suoni, arriva alle architetture narrative delle colonne sonore e dalle canzoni. Nel saggio diMarika Di Maro vengono trattati i due aspetti che generano dipendenza nello spettatore: la trama e il personaggio. Jacopo Cirillo si concentra sui rapporti sentimentali rappresentati nelle serie TV e sulle dinamiche che li caratterizzano. Carlotta Susca si è occupata di finali e riaperture (revival, reboot, spin off, finali alternativi).

Le serie TV spesso rappresentano personaggi in preda alle dipendenze, ma sono a loro volta dipendenti: dal cinema, dalla musica, dal budget. Allo stesso tempo, costringono lo spettatore a una visione compulsiva grazie alla forza delle loro trame e dei protagonisti a cui danno vita, e l’addiction del pubblico si manifesta anche sui social media e sui forum online. “Addicted” esplora varie forme di dipendenza nelle serie TV; i saggi di questo volume spaziano da Twin Peaks a The Big Bang Theory, da Gomorra a Stranger Things, passando per Fargo, Love, How I Met Your Mother, The Knick, Better Call Saul e numerose altre, per analizzare diversi livelli e tipologie di addiction seriale. Una generazione cresciuta con la TV e le narrazioni audiovisive le utilizza per rintracciare dei percorsi di senso e farne storie da raccontare.

Carla Falcone

Giornalista e copywriter freelance, consulente per alcune aziende.

Lascia un commento