XXXVI Edizione del «Carnevale di Corsano e del Capo di Leuca»

XXXVI Edizione del «Carnevale di Corsano e del Capo di Leuca»

Tutto pronto per dare il via alla manifestazione più allegra e frizzante del Salento, che grazie alle sue creazioni in cartapesta, uniche perché realizzate a mano, ex novo e senza calco, richiama a Corsano (Lecce) folle di visitatori, grandi e piccini che hanno solo voglia di divertirsi.

La manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Corsano presieduta da Salvo Bleve, giunta all’edizione numero 36, è realizzata in collaborazione con la Città di Corsano, Puglia tourist information, l’Unpli, l’Unione dei comuni “Terra di Leuca” e il Gal “Capo Santa Maria di Leuca”.

Il corteo partirà da via Kennedy alle ore 15 e percorrerà via Regina Elena, via Cellini, via Umberto I e via Libertà per giungere nella centralissima piazza San Biagio, dove la festa continuerà tra musiche, coreografie e tanto sano divertimento.

L’intera kermesse sarà trasmessa in diretta streaming su www.radiodelcapo.it.

I carri in concorso, preceduti da quello di apertura della Pro Loco, saranno:

Carro del gruppo “Corsano motori nella storia” (carristi Pasquale Rizzo e Roberto Buccarello) dal titolo «L’isola che non c’è», il protagonista Peter Pan abiterà il sogno immaginario vissuto da tutte le persone del mondo, che sperano in un’isola senza tasse e senza problemi, restando sempre bambini. Il male sarà rappresentato dal cattivo Capitan Uncino, che personificherà le difficoltà della vita, mentre il coccodrillo sarà il depositario dell’orologio che rappresenta il tempo che passa e le cose che non cambiano. Su tutti sorvolerà la fatina Trilly. Questa è la seconda partecipazione del gruppo al Carnevale di Corsano (la prima fu nel 2013 con “Lupin”).

Carro del gruppo “Quelli che il macello” (carrista Carlo Morrone) con titolo «I binari della felicità», dove il tema principale sarà la gioventù in viaggio verso la speranza e la felicità che ognuno tenta di trovare. Sul treno Galaxy ci sarà un ragazzo (Masai) che se ne andrà in giro nell’Universo per trovare un corpo meccanico, accompagnato da una ragazza (Maisha), ma crescendo avrà il compito di capire cos’è il bene. La morale è rivolta ai ragazzi di oggi immersi nell’elettronica, invitati a capire la necessità di avere un’anima visto che il treno, come la vita, passa una sola volta. Un particolare personaggio raffigurato sarà Roberto Benigni, che uscirà da un uragano di problemi (droga, alcol, giochi) seduto su un libro.

Carro del gruppo “Mir” (carrista Cesario Ratano) dal titolo «Mamma li pacci», dove sarà affrontata sarcasticamente la diatriba tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti d’America e la loro corsa agli armamenti. Campeggia la figura di Donald Trump che lancia bombe a palla munite di miccia su Kim Jong-un che si trova a bordo di un carro armato servito da tre bocche da fuoco e da possenti cingoli. Gli strumenti bellici saranno disseminati di fiori, in segno di speranza per la cessazione delle tensioni internazionali e per spegnere sul nascere qualsiasi escalation che porti alla guerra.

La prossima sfilata si terrà a Corsano martedì 13 febbraio 2018, quando in piazza San Biagio ci sarà la premiazione del carro vincitore e dei migliori gruppi mascherati. Sabato 17 febbraio saluti finali con una festa in maschera nel resort Messapia di Santa Maria di Leuca (Lecce).

Carla Falcone

Giornalista e copywriter freelance, consulente per alcune aziende.

Lascia un commento