Un nuovo programma di eventi al Museo Diocesano di Molfetta

bibliotecaDopo la breve pausa estiva la Biblioteca del Seminario Vescovile e il Museo Diocesano di Molfetta riaprono le porte a visitatori ed amanti dell’arte e della cultura. La Biblioteca del Seminario Vescovile, per la quale procede l’informatizzazione del catalogo sul Polo SBN di Biblioteche Ecclesiastiche, sarà aperta al pubblico per consultazioni tutti i giorni dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00.

La bellissima sala monumentale della Biblioteca, domenica 25 settembre, sarà la cornice della pièce teatrale “Nobili e porci libri. Fogli nuovi per don Gennaro de Gemmis” di e con Michele Santeramo, promossa dall’Associazione Presìdi del Libro in occasione della XII Festa dei Lettori intitolata “Leggo ergo sum – FAI leggere”. Ad ottobre, nella stessa sala, una mostra racconto promossa dall’Arciconfraternita della Morte dal sacco nero.

Dalla lettura alla fotografia. Anche il Museo riparte con una nuova programmazione per l’autunno e nuovi eventi destinati a pubblici differenti, mentre prosegue presso la pinacoteca la mostra in memoria di mons. Luigi Martella Inediti e restauri dalla Collezione Piepoli-Spadavecchia, inaugurata il 6 luglio e fruibile fino al 6 novembre.

Per i fotoamatori domenica 25 settembre è in programma una escursione al Castello Aragonese di Otranto, che ospita la mostra Steve McCurry – Icons: oltre 100 scatti per raccontare il meglio della produzione di uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea. La giornata prevede, inoltre, la vista all’affascinante scenario naturalistico della Cava di Bauxite di Otranto.

Da sabato 8 ottobre riprendono le attività formative rivolte ai fotoamatori con il Corso di Fotografia, giunto ormai alla nona edizione, condotto dal tutor Cosmo Mario Andriani. Partner di questa edizione Il Fatto.net, Sigma, Bilora, Godox, Gadaleta Digital Industries e DOT Studio.

Dalla fotografia all’arte. 1 e 2 Ottobre il Museo aderisce alle giornate dell’AMEI – Associazione dei Musei Ecclesiastici Italiani che quest’anno hanno come slogan “SE SCAMBIO, CAMBIO”. A 20 anni dalla fondazione dell’Associazione ancora una volta i Musei Ecclesiatici e Diocesani aprono al pubblico gratuitamente offrendo l’occasione di conoscere e ammirare il ricco e prezioso patrimonio custodito, “scambiando” prospettive e punti di vista inediti.

Dall’arte alla musica. Ritornano anche quest’anno nella elegante cornice dell’Auditorium del Museo Diocesano il 27, 30 settembre e 6 ottobre i concerti della rassegna musicale Anima Mea, il festival internazionale di musica antica diretto da Gioacchino De Padova.

Dalla musica alla didattica. Domenica 9 ottobre si rinnova l’appuntamento al Museo Diocesano con il F@Mu, la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. Una giornata per scoprire, crescere e divertirsi al Museo… in famiglia!

Museo Diocesano. Un luogo unico, un luogo di tutti.

redazione Appunti di Puglia

Lascia un commento